191015 DANNI DA INFILTRAZIONE IN INTERNI E RIMEDI

Il sopralluogo richiesto dall’amministrazione del condominio ed eseguito, ha permesso di rilevare e documentare le evidenze da infiltrazioni d’acqua presenti nel bagno dell’unità situata al piano terzo. La misurazione eseguita con strumentazione di tipo elettronico Protimeter MMS2 ha restituito valori coincidenti con la presenza di umidità nel solaio.

Ulteriori verifiche sono state eseguite nel locale bagno dell’unità immobiliare che si trova al piano quarto rilevando alcune criticità in corrispondenza del box doccia come di seguito documentate.

Durante il sopralluogo è stato eseguito un test mediante bagnatura della superficie di parete rivestita con piastrelle in corrispondenza della zona rilevata con sigillatura mancante ed evidenza di umidità nel pavimento in quell’ambito per circa cinque minuti, chiedendo al condominio del piano inferiore di riferire eventuali fenomeni nei giorni successivi a quelli del test. Nei giorni successivi, veniva riferito il formarsi di un alone sul soffitto nella zona di corrispondenza.

Conclusioni

Ad esito delle verifiche e rilevazioni strumentali eseguite è emerso che le infiltrazioni segnalate, hanno origine dal bagno dell’unità del piano quarto e più precisamente dalla doccia.

Durante il sopralluogo è stato pianificato anche un test per collaudare lo scarico della doccia del piano quarto per eventualmente escludere lo stesso dalle possibili concause dell’infiltrazione rilevata al piano terzo.

Non essendo giunta ulteriore segnalazione da parte dei condomini così come con gli stessi concordato, l’unica causa accertata è quindi riconducibile alla sigillatura tra le piastrelle a parete ed il piatto doccia nel bagno del piano quarto.

Ripristinata tale sigillatura e attesa l’asciugatura di tutti gli elementi, si potrà procedere con il ripristino della tinteggiatura del bagno del piano terzo.

SoCo&Pro Sagl

Geometra Francesco Mangino